Stampa

Tra sperimentazione e narrazione

La carriera trentennale del regista Giovanni Coda tra riconoscimenti, festival e il nuovo film con Caterina Murino

Giovanni CodaIl regista Giovanni Coda va a compiere quest'anno trent'anni di attività artistica. Regista, fotografo, pittore, dopo una lunga carriera concentrata sulla sperimentazione e sulla creazione di corti, dal 2013 ha firmato alcuni lungometraggi che hanno avuto un successo importante nel circuito dei festival, soprattutto a livello internazionale.

Write comment (1 Comment)

Amare il cinema e il pubblico

Carlo Verdone

Intervista a Carlo Verdone a Cagliari per il premio "Alambicco" alla carriera. di Elisabetta Randaccio

La serata conclusiva, il 14 dicembre, della rassegna su Carlo Verdone ("Carlo Verdone e la dolce allegra tristezza d'autore" svoltasi dal 3 all'11 novembre) organizzata dall'Associazione "Alambicco", alla sala conferenze del "T-hotel" di Cagliari, è stata memorabile per tante ragioni. La presenza di Carlo Verdone, che per due ore, generosamente, si è concesso al pubblico, ha riempito la sala (molti sono rimasti fuori per questioni di sicurezza), ma non si trattava di spettatori esagitati o pettegoli.

Write comment (0 Comments)

''Sentire'' i film con il corpo e il cervello, non sempre consciamente

Il caso de ''La donna che visse due volte'', di nuovo nelle sale cinematografiche. Memorie d’oltrecinema, la cineteca di Gianni Olla

''Vertigo''La Cineteca di Bologna ha rimesso in circolazione nelle sale cinematografiche, a partire da Dicembre – a Cagliari il locale di riferimento è il Greenwich – la versione restaurata di uno dei film più misteriosi e anche più controversi di Alfred Hitchcock: La donna che visse due volte.

Write comment (0 Comments)

L' 'inferru' in terra

Presentato al Babel Film Festival il nuovo film del regista Daniele Atzeni. di Elisabetta Randaccio

''Le ombre del Kurdistan''Prosegue fino al 7 dicembre il "Babel Film Festival", la manifestazione- concorso che, come viene definito nel catalogo, "dà voce alle minoranze, alle loro storie, alla loro cultura, nella loro lingua. Il concorso è destinato a opere in cui testi e dialoghi sono in una lingua minoritaria, dialetto, slang o linguaggio dei segni".

Write comment (0 Comments)

La Cagliari scomparsa al Babel Film Festival

Il Festival delle lingue minoritarie inaugurato con 'Casteddu Sicsti' di Paolo Carboni. di Elisabetta Randaccio

Babel Fim FestivalDopo alcune interessanti anteprime, prende il via una nuova edizione del "Babel Film Festival", la manifestazione e concorso per il cinema delle lingue minoritarie, arrivato al suo sesto compleanno. Promosso dalla Società Umanitaria-Cineteca Sarda di Cagliari in collaborazione con la Fondazione Sardegna Film Commission, l'Associazione Culturale Babel, "Terra de punt" e "Areavisuale", il Festival si svolgerà dal 2 al 7 dicembre a Cagliari con proiezioni e eventi localizzati nella sala della Cineteca Sarda, a "Sa Manifattura", al Teatro "Nanni Loy" e alla MEM.

Write comment (0 Comments)

Il lavoro nel mare come riscatto sociale

Proiettato a Cagliari  il documentario "Il clan dei ricciai" di Pietro Mereu. di Elisabetta Randaccio

''Il clan dei ricciai''Grazie a una serata evento particolarmente affollata al cinema "Greenwich" di Cagliari, gli spettatori hanno potuto recuperare il documentario "Il clan dei ricciai" di Pietro Mereu, che, dal 2018, ha percorso con successo di critica e di pubblico le strade festivaliere ottenendo anche importanti riconoscimenti.

Write comment (0 Comments)

Lo sguardo delle donne nel cinema tedesco

La rassegna dell'ACIT ospita la regista Lucia Chiarla. di Elisabetta Randaccio

Lucia ChiarlaDal primo ottobre, ha preso il via l'annuale rassegna dell'ACIT, che, ormai da tempo, è un importante riferimento per chi vuole conoscere meglio la cinematografia tedesca, sia quella storica, classica, sia quella contemporanea. La manifestazione, che proseguirà fino al 17 dicembre prossimo, alternando le proiezioni, a Cagliari, al Cinema "Odissea" e alla Cineteca Sarda, è intitolata "Frauenfilm. Lo sguardo delle donne nel cinema tedesco".

Write comment (0 Comments)

Anche la Sardegna vince al Festival Mojo

Mojo Italia Festival, Maria Dolores Picciau con la pastora Moira Murgia e il giornalista Nico Piro

''Senza radici non si vola'' di Maria Dolores Picciau è tra i premiati al Festival del 'giornalismo mobile

Si è concluso a Roma, alla Casa del Cinema, il festival "Mojo Italia". Il titolo della manifestazione è un acronimo che sta per "mobile journalism", ovvero il giornalismo realizzato con mezzi tecnologicamente avanzati, ma con caratteristiche di utilizzo semplici e facilmente trasportabili, come lo smartphone o la "GoPro".

Write comment (0 Comments)