Stampa

Ebraismo - A. Matta

"Vicky, Cristina, Barcelona" di Woody Allen

di Alessandro Matta

Dopo i tre film di ambientazione Londinese, torna Woody Allen nella sua nuova cornice Europea, ma questa volta nella capitale Spagnola. Possono due persone completamente diverse per carattere, interessi, ambizioni e stile di vita ritrovarsi entrambe in un vero e proprio “Menage a Trois” d'amore scompigliando la loro vita e creando scandalo, ma solo temporaneamente? Quasi fosse una parentesi delle loro vite cosi diverse eppure cosi vicine fra loro? E' l'interrogativo che Woody Allen risolve nel suo ultimissimo film uscito lo scorso Venerdi “ Vicky Cristina Barcelona”.
Dopo le tre ambientazioni Londinesi, Allen dirige quello che, forse, sarà il suo Ultimo film di ambientazione Europea, questa volta ambientato in una delle città piu' caotiche e multicolore d'Europa: Barcellona. Protagoniste del film sono due ragazze Americane: Vicky, interpretata da Rebecca Hall, e Cristina, interpretata da Scarlett Johansson, che ritorna in un film di Allen dopo il grande successo di “Scoop” due anni fa. Le due ragazze sono in sè e per sè completamente diverse fra loro: Vicky è la classica donna americana tutta d'un pezzo, una “Self-made-woman” per dirla all'Inglese, appena laureata, in attesa di nozze con il tipico grande manager americano, si occupa di Cultura Catalana e si reca a Barcellona per concludere uno stage di approfondimento sulla cultura Catalana. Con lei l'amica Cristina, una ragazza americana esatto contrario di Vicky: eterna bambina, nullafacente, reduce da una povera carriera di attricetta di cortometraggi sconosciuti, che ancora non ha capito bene chi sia nè cosa voglia dalla vita e dal mondo, che si sta recando a Barcellona non tanto per far compagnia all'amica quanto per trovare avventure estreme che la divertano e le facciano provare il brivido.
 
Nulla di piu' semplice da trovare in una città come Barcellona, dove le due conoscono ad una mostra di pittura moderna Juan Antonio, interpretato dal premio Oscar Javier Bardem, tipico artista non sfondato e reduce da un matrimonio con tentato delitto da scandalo nei giornali sempre alla ricerca pure lui di sesso e avventure da brivido, che offre alle due ragazze un weekend nelle Asturie con tanto di sesso a triangolo. Dopo un iniziale rifiuto, per volontà ovviamente di Cristina, le due accettano di recarsi in una sconosciuta e tuttavia meravigliosa località non lontano da Barcellona.
Ed è qui che il triangolo inizierà dapprima, incredibilmente, con la sola Vicky, che rimarrà estasiata da quella notte di sesso, invidiando Juan Antonio e la vita che fino a quel momento aveva sempre criticato fatta solo di sesso e incertezza per il futuro, poi con Cristina. Ma Vicky è e rimane una donna tutta di un pezzo , con dei valori morali e degli scopi ben precisi, quindi cercherà di dimenticare quel triangolo, anche perchè di li a poco giunge il suo futuro marito, con lo scopo di sposarla lì a Barcellona stessa . Cristina inizia invece una nuova vita con Juan Antonio, tuttavia non da sola, ma con l'ennesimo triangolo, che questa volta coinvolge Maria Elena, interpretata da Penelope Cruz, la ex moglie svitata e drogata di Juan, la famosa moglie del matrimonio finito col reciproco tentativo di omicidio da parte dei coniugi. Ancora una volta si crea un triangolo che travolge ogni qualsivoglia regola etica ma di lì a poco le due ragazze americane  torneranno ciascuna sulla propria strada dopo una parentesi “Pazza” nella città Catalana.
 
In quest'ultimo film di Allen è quindi l'amore questa volta a essere celebrato, ma non il normale amore: bensì l'amore smisurato senza alcun limite, che travolge ogni confine, tuttavia senza rinunciare a una scanzonata ironia, quella scanzonata ironia tipica di Allen, dove questi personaggi letteralmente borderline creano dei menage che piu' che tragici sembrano oltremodo comici. Altra protagonista del film è poi la città di Barcellona a cui Allen rende ampio omaggio filmandola come luogo di seduzioni artistiche e passionali. Secondo quanto dichiarato in recenti interviste da Allen , questo è il suo ultimo film di ambientazione Europea , almeno per ora. Woody Allen ha infatti appena finito di girare il suo prossimo film che uscirà l'anno prossimo di nuovo negli Usa: si tratterà di una commedia con personaggi nevrotici che interagiscono in maniera molto divertente fra loro. Staremo a vedere!