Indietro Avanti

Far rinascere la speranza in Africa con il cinema. Questo l’ambizioso progetto di Cine Yagoua:. “portare la scatola magica che accende la speranza in una cittadina al Nord del Cameroun,...

Leggi di più

Domenica 21 Gennaio 2018 ore 17.00 il CineClub Montiferru presenta il Teatro del Seminario, Via Vittorio Emanuele Cuglieri Comune di Cuglieri. Inside Out è la storia di una bambina, Riley...

Leggi di più

Tutto pronto per la seconda edizione del Premio Centottanta, il concorso a premi riservato a film-maker esordienti del territorio sardo. La partecipazione è gratuita e i termini delle domande sono...

Leggi di più

Ancora un mese per presentare i progetti cinematografici al concorso KENZEBOGHES 2017, organizzato dall’associazione Babel in collaborazione con Ejatv, Areavisuale Film e La Società Umanitaria –Cineteca Sarda di Cagliari. La...

Leggi di più

Ricca giornata di appuntamenti, sabato 10 dicembre, all’interno della decima edizione di Creuza de Mà. Si inizia alle 16, al MiniMax del teatro Massimo di Cagliari, con La musica per il...

Leggi di più

Si svolgerà dal 9 al 12 dicembre 2016 nella sala Primo Longobardo, sull’isola de La Maddalena il “secondo atto” del festival La valigia dell’attore, manifestazione intitolata a Gian Maria Volonté.Dopo...

Leggi di più

Ouverture nel segno di Pinuccio Sciola per la XII edizione di Passaggi d'Autore - Intrecci Mediterranei in programma dal 6 all'11 dicembre tra la Sala Consiliare del Comune e il...

Leggi di più

L’accabadora, film di Enrico Pau con Donatella Finocchiaro, Barry Ward, Sara Serraiocco, Carolina Crescentini, è stato selezionato alla XXII edizione del Medfilm Festival nel concorso ufficiale. Il film sarà proiettato...

Leggi di più

Tutti i vincitori dell'ottava edizione della kermesse che guarda il mondo dal sud Sardegna. di C.P. Si conclude l’ottava edizione del Carbonia Film Festival. Soddisfazione da parte degli organizzatori del concorso...

Leggi di più

Si terranno venerdì 23 e sabato 24 settembre, a San Sperate (CA) le anteprime del Cagliari Film Festival.Il 23, in piazza San Giovanni, è in programma la proiezione di Il...

Leggi di più

Percorso

Ciak Sicilia!

Tante e svariate le produzioni al nastro di partenza, in corso o in previsione in Sicilia, ad opera di autori locali ma anche provenienti dall'estero. Merito soprattutto della propulsione data dalla Film Commission regionale, che in pochi anni di attività ha già permesso l'allestimento di prestigiosi set. di Massimo Arciresi

Giuseppe TornatoreIl momento è particolarmente favorevole per girare un film in Sicilia. Non già per una di quelle periodiche e purtroppo passeggere mode che nell'ultimo decennio hanno puntato i fari di volta in volta sulla Puglia, sulla Sardegna, sulla Campania o sul Piemonte, e neppure per un ritorno a quell'indignato e glorioso cinema d'impegno civile che in passato ha condotto ripetutamente nell'isola maestri quali Rosi o Damiani.

Giusto per intenderci: gli annosi e incancreniti problemi legati al vergognoso fenomeno criminale comunemente conosciuto sotto il nome di mafia ci sono ancora, fortunatamente li si combatte con un po' più di convinzione di prima ma vanno costantemente additati, impugnati e risolti senza sconti, e sarebbe un errore scordarsene al cinema (purché si varino gli schemi troppo consolidati, come per esempio prova a fare La siciliana ribelle di Marco Amenta, recentemente visto al Festival di Roma). Però emerge di prepotenza la volontà, anche per un senso di rivalsa, di rivolgere lo sguardo altrove, verso realtà - almeno apparentemente - incontaminate. La Sicilia Film Commission, guidata dall'esperienza di Alessandro Rais, si propone, tramite oculate erogazioni, di invogliare per l'appunto coloro che, siciliani e no, desiderino utilizzare alcuni degli splendidi scenari a disposizione nell'isola (valorizzandoli, ovviamente, ma senza scadere nella cartolina ostentata a tutti i costi) per raccontare le loro storie.

Palermo ShootingSe Rosso Malpelo di Pasquale Scimeca, ambientato nel catanese, e La Terramadre di Nello La Marca (realizzato a Palma di Montechiaro, provincia di Agrigento, in attesa di adeguata distribuzione) si concentravano, pur parlando di sentimenti universali, su situazioni tristemente localizzate (il lavoro minorile, l'emigrazione in guisa di sola via di fuga dalla povertà cronica), il già discusso e in uscita a breve Palermo Shooting di Wim Wenders (vicenda di un fotografo tedesco in crisi che dopo essere atterrato nel capoluogo per lavoro decide di trattenervisi), visivamente ricco e decurtato di una ventina di minuti dopo la proiezione cannense, e il prossimo L'aquilone sul vulcano, progetto coltivato da Antonioni che svilupperà sua moglie Enrica, anelano a un respiro internazionale. Ma non sono i soli.
L'imbroglio nel lenzuolo del messicano Alfonso Arau narra delle meraviglie destate dall'arte cinematografica ai suoi albori, e può contare su un cast che annovera, fra i tanti Maria Grazia Cucinotta, Anne Parillaud e Ernesto Mahieux, mentre il documentario Tony Scott, dedicato all'omonimo musicista, rivela il lato melomane di Ciprì e Maresco (e del medesimo genere possiamo citare Mille chitarre di Mario Bellone e Matar es mi destino di Giovanni Massa). Più “italici” si annunciano Sottovento di Roberta Torre e L'ultima estate di Eleonora Giorgi (titoli provvisori). Ma non sono che alcuni dei lungometraggi finanziati dall'ente.

Ficarra e PiconeE al di fuori di esso? Due sembrano le operazioni di maggiore rilievo. Una è senz'altro Baaria (ovvero Bagheria) di Giuseppe Tornatore, che però sta utilizzando in buona parte set tunisini; fra i numerosi divi in cartellone, Bellucci, Bova, Lo Verso, Lo Cascio, Gullotta, Salemme, Frassica, i fratelli Fiorello, perfino Aldo del trio e Ficarra & Picone. E proprio questi ultimi stanno completando a Catania, con l'aiuto dietro la macchina da presa di Giambattista Avellino, la commedia La matassa, atteso per marzo, che promette di bissare l'exploit al botteghino del precedente Il 7 e l'8.

Powered by CoalaWeb

Accesso utenti e associazioni