Indietro Avanti

Ricca giornata di appuntamenti, sabato 10 dicembre, all’interno della decima edizione di Creuza de Mà. Si inizia alle 16, al MiniMax del teatro Massimo di Cagliari, con La musica per il...

Leggi di più

Si svolgerà dal 9 al 12 dicembre 2016 nella sala Primo Longobardo, sull’isola de La Maddalena il “secondo atto” del festival La valigia dell’attore, manifestazione intitolata a Gian Maria Volonté.Dopo...

Leggi di più

Ouverture nel segno di Pinuccio Sciola per la XII edizione di Passaggi d'Autore - Intrecci Mediterranei in programma dal 6 all'11 dicembre tra la Sala Consiliare del Comune e il...

Leggi di più

L’accabadora, film di Enrico Pau con Donatella Finocchiaro, Barry Ward, Sara Serraiocco, Carolina Crescentini, è stato selezionato alla XXII edizione del Medfilm Festival nel concorso ufficiale. Il film sarà proiettato...

Leggi di più

Tutti i vincitori dell'ottava edizione della kermesse che guarda il mondo dal sud Sardegna. di C.P. Si conclude l’ottava edizione del Carbonia Film Festival. Soddisfazione da parte degli organizzatori del concorso...

Leggi di più

Si terranno venerdì 23 e sabato 24 settembre, a San Sperate (CA) le anteprime del Cagliari Film Festival.Il 23, in piazza San Giovanni, è in programma la proiezione di Il...

Leggi di più

Si svolgerà da lunedì 8 agosto e si concluderà martedì 16 agosto l’ottava edizione della International Master Class 2016: la stagione concertistica dell’Orchestra da camera della Sardegna.Ospitata nella provincia di...

Leggi di più

Un bando da 450mila euro per produzioni italiane, europee ed extraeuropee che presentino progetti di lungometraggio, Film TV/Web, Serie TV/Web, Format TV, Documentari/Docufiction/Serie TV/Web Doc.Queste le risorse del Fondo Sardegna...

Leggi di più

La Lux Vide Spa, società di produzione leader in Italia e in Europa (Don Matteo, Nati ieri, La Bella e la Bestia), ricerca attori e aspiranti attori per ruoli e...

Leggi di più

Duecento mila euro della quota dello stanziamento 2016, riservata alla coproduzione di lungometraggi (1milione 650 mila euro), sarà destinata alla realizzazione di un’opera prima. È questa la principale novità della...

Leggi di più

Percorso

È in Sardegna il Black Mirror di Gemma Lynch

Gemma Lynch

La giovane artista britannica ha scelto l’Isola e Cagliari come set dei suoi corti. Intervista di Valentina Bifulco

Da 6 mesi la Sardegna è diventata la base di Gemma Lynch, giovane regista britannica che ha vinto con due sue lavori il Bando Heros 20.20.20 della Sardegna Film Commission.  Il primo, The colour of Energy è un cortometraggio a tematica ambientale dedicato ai bambini. Attraverso un codice narrativo semplice ed efficace si comunica l’impatto ambientale in maniera immediata e inequivocabile.

Immagini del backstageDiverso è City of Eden, il pilot di una web serie con evidenti richiami a Black Mirror di Charlie Brooker. In una società distopica l’energia elettrica è gestita centralmente. 

Oggi Gemma collabora con realtà locali e produzioni internazionali, destreggiandosi tra diversi ruoli sempre legati al mondo dell’audiovisivo e più in particolare dell’immagine. Perché è l’immagine il punto di partenza del lavoro di Gemma.

In The colour of Energy hai trovato livello di narrazione che è diretto soprattutto ai bambini, come hai sviluppato l’idea?
Il mio obiettivo era riuscire a comunicare ai bambini l’impatto ambientale senza confonderli con gli aspetti scientifici del problema. Ho capito subito che doveva essere qualcosa di visivo, di immediato, che non potesse lasciare spazio a dubbi. All’inizio ho pensato che le persone potessero vedere il loro impatto ambientale attraverso delle tracce fluorescenti, ma a livello di effetti speciali era troppo complicato; allora ho pensato a delle orme di vernice sotto le scarpe, ma così sporcavo la città. Alla fine i palloncini sono risultati essere la scelta migliore, sia per la comprensione immediata che hanno, verde comportamento ecologico/ nero inquinante, sia a livello di produzione. Per il personaggio principale mi sono ispirata a Wes Anderson, amo moltissimo il suo Moonrise Kingdom, e poi mi sono lasciata conquistare dal piccolo guerriero che difende l’ambiente.

Immagini del backstageIn City of Eden l’atmosfera cambia completamente…
Deriva dalla mia passione per la fantascienza e le società distopiche, d’altronde sono inglese! Questa cosa di concentrare sulla malinconia le sfumature più cupe, come per esempio la tristezza, credo derivi dal mio essere inglese, o più in particolare del nord Europa. Per noi è facile descrivere la tristezza attraverso le luci e le atmosfere. I progetti italiani e spagnoli hanno una luce diversa, ed è stato complicato rendere la malinconia del nord nel calore del sud. Quello che volevo era che il pubblico non riuscisse ad identificare il posto, il mio lavoro è ambientato in una città X del futuro. Anche scegliere il futuro per un lavoro da girare in Sardegna è stata una scelta azzardata: l’Italia trasuda passato, non solo qui si vive nella storia ma fisicamente sei circondato dal passato, per esempio a livello architettonico. E’ stata una bella sfida e spero che questo progetto continui, in una web serie il pilot serve solamente per introdurre la storia, i personaggi e le tematiche vengono fuori negli episodi successivi, per cui mi auguro di avere la possibilità di continuare a raccontarvi questa storia.

Immagini del backstageCome è lavorare nel mondo del cinema in Sardegna?
In Sardegna ho trovato un modo di lavorare che non mi aspettavo, c’è una grande professionalità e talento, e c’è moltissima gente che ha scelto di rimanere qua, per far crescere l’isola. Tantissimi colleghi hanno capito la potenzialità del cinema per la promozione della Sardegna. A livello critico e creativo davvero sono rimasta colpita dalle persone che ho conosciuto.

Progetti futuri?
Tornerò alla mia passione che è il documentario, ho in cantiere tre lavori di cui due da girare in Sardegna.

21 dicembre 2016

 

 

Powered by CoalaWeb

Accesso utenti e associazioni