Indietro Avanti

Ancora un mese per presentare i progetti cinematografici al concorso KENZEBOGHES 2017, organizzato dall’associazione Babel in collaborazione con Ejatv, Areavisuale Film e La Società Umanitaria –Cineteca Sarda di Cagliari. La...

Leggi di più

Ricca giornata di appuntamenti, sabato 10 dicembre, all’interno della decima edizione di Creuza de Mà. Si inizia alle 16, al MiniMax del teatro Massimo di Cagliari, con La musica per il...

Leggi di più

Si svolgerà dal 9 al 12 dicembre 2016 nella sala Primo Longobardo, sull’isola de La Maddalena il “secondo atto” del festival La valigia dell’attore, manifestazione intitolata a Gian Maria Volonté.Dopo...

Leggi di più

Ouverture nel segno di Pinuccio Sciola per la XII edizione di Passaggi d'Autore - Intrecci Mediterranei in programma dal 6 all'11 dicembre tra la Sala Consiliare del Comune e il...

Leggi di più

L’accabadora, film di Enrico Pau con Donatella Finocchiaro, Barry Ward, Sara Serraiocco, Carolina Crescentini, è stato selezionato alla XXII edizione del Medfilm Festival nel concorso ufficiale. Il film sarà proiettato...

Leggi di più

Tutti i vincitori dell'ottava edizione della kermesse che guarda il mondo dal sud Sardegna. di C.P. Si conclude l’ottava edizione del Carbonia Film Festival. Soddisfazione da parte degli organizzatori del concorso...

Leggi di più

Si terranno venerdì 23 e sabato 24 settembre, a San Sperate (CA) le anteprime del Cagliari Film Festival.Il 23, in piazza San Giovanni, è in programma la proiezione di Il...

Leggi di più

Si svolgerà da lunedì 8 agosto e si concluderà martedì 16 agosto l’ottava edizione della International Master Class 2016: la stagione concertistica dell’Orchestra da camera della Sardegna.Ospitata nella provincia di...

Leggi di più

Un bando da 450mila euro per produzioni italiane, europee ed extraeuropee che presentino progetti di lungometraggio, Film TV/Web, Serie TV/Web, Format TV, Documentari/Docufiction/Serie TV/Web Doc.Queste le risorse del Fondo Sardegna...

Leggi di più

La Lux Vide Spa, società di produzione leader in Italia e in Europa (Don Matteo, Nati ieri, La Bella e la Bestia), ricerca attori e aspiranti attori per ruoli e...

Leggi di più

Percorso

Roberto Faenza, contaminazioni tra cinema e letteratura

Roberto Faenza

Una rassegna ripercorre un viaggio emozionale sullo ‘’scomodo regista’’. di Elisabetta Randaccio – Photogallery 

Si è conclusa sabato 18 marzo la rassegna "Roberto Faenza contaminazioni tra cinema e letteratura", iniziato con le proiezioni dei suoi film a fine gennaio.

Roberto FaenzaGli ultimi giorni della manifestazione sono stati tra i più emozionanti. Venerdì 17, Roberto Faenza ha incontrato il pubblico alla Cineteca Sarda, subito dopo una conversazione col suo direttore Antonello Zanda a proposito di un libro dedicato al regista dallo psichiatra e esperto di cinema Ignazio Senatore ("Roberto Faenza. Uno scomodo regista", Edizioni Falsopiano). È stata una serata molto interessante e, se è vero che il regista ha esordito affermando di essere un uomo "parco di parole", le risposte date alle numerose domande fattegli, sono state articolate, con riferimenti dettagliati al suo lavoro dai suoi esordi nell'ambito di un cinema fortemente legato ai movimenti e alle sperimentazioni, le quali tra la fine degli anni sessanta fino ai settanta coinvolsero l'insieme delle arti, compreso il cinema (pensiamo a "Escalation",1968, e a "H2S", 1969) fino alle opere dei nostri giorni attente a esplorare, come ha affermato il regista, "la vita degli altri".

Roberto FaenzaFaenza, infatti, ha sottolineato di essere "un elaboratore di trame" e anche quando si ispira a testi letterari per il suo cinema, tende a fare propria la storia raccontata nel libro e ad adattarla alle proprie esigenze di immaginario. D'altronde, la rassegna che l'"Alambicco" e "La Macchina Cinema" hanno dedicato a Roberto Faenza (con il supporto della Regione Sardegna, il Comune di Elmas e la Società Umanitaria-Cineteca Sarda) ha presentato una notevole parte della filmografia faenziana, dando l'opportunità ai numerosi spettatori che hanno frequentato la manifestazione, di rivedere alcuni lungometraggi del passato, ma anche opere del presente.

Romeo ScacciaCome è capitato, per esempio, per "Anita B." del 2014 e "La verità sta in cielo" uscito qualche mese fa; il primo ritorna sulle conseguenze umane della Shoah come era accaduto precedentemente per il bellissimo "Jona che visse nella balena" (1993), mentre il secondo è una coraggiosa riflessione, per quanto drammatizzata, del caso Orlandi, uno dei "misteri d'Italia" irrisolti, in cui il Vaticano sembra essere coinvolto in modo sinistro. Sabato 18, al Teatro Comunale di Elmas, è stato dedicato un emozionante omaggio per il regista ospite. Come era successo l'anno prima per Giuliano Montaldo, il musicista Romeo Scaccia ha dedicato un concerto per piano solo con le musiche piu significative dei film di Faenza.

Romeo ScacciaLe immagini montate dallo stesso Scaccia scorrevano sullo schermo; parole, colonne sonore delle pellicole e musica dal vivo si intrecciavano creando un evento artistico unico. Roberto Faenza, felice di questo omaggio così bello e originale, subito dopo ha ricevuto il premio alla carriera mantenendo sempre il suo atteggiamento mai presuntuoso, acuto e ironico, seppure sia uno dei pochi registi italiani che possono essere un punto di riferimento artistico importante nella nostra cinematografia.

23 marzo 2017

Powered by CoalaWeb

Accesso utenti e associazioni