Cinemecum - Il Mese del Documentario a Nuoro
Indietro Avanti

Far rinascere la speranza in Africa con il cinema. Questo l’ambizioso progetto di Cine Yagoua:. “portare la scatola magica che accende la speranza in una cittadina al Nord del Cameroun,...

Leggi di più

Domenica 21 Gennaio 2018 ore 17.00 il CineClub Montiferru presenta il Teatro del Seminario, Via Vittorio Emanuele Cuglieri Comune di Cuglieri. Inside Out è la storia di una bambina, Riley...

Leggi di più

Tutto pronto per la seconda edizione del Premio Centottanta, il concorso a premi riservato a film-maker esordienti del territorio sardo. La partecipazione è gratuita e i termini delle domande sono...

Leggi di più

Ancora un mese per presentare i progetti cinematografici al concorso KENZEBOGHES 2017, organizzato dall’associazione Babel in collaborazione con Ejatv, Areavisuale Film e La Società Umanitaria –Cineteca Sarda di Cagliari. La...

Leggi di più

Ricca giornata di appuntamenti, sabato 10 dicembre, all’interno della decima edizione di Creuza de Mà. Si inizia alle 16, al MiniMax del teatro Massimo di Cagliari, con La musica per il...

Leggi di più

Si svolgerà dal 9 al 12 dicembre 2016 nella sala Primo Longobardo, sull’isola de La Maddalena il “secondo atto” del festival La valigia dell’attore, manifestazione intitolata a Gian Maria Volonté.Dopo...

Leggi di più

Ouverture nel segno di Pinuccio Sciola per la XII edizione di Passaggi d'Autore - Intrecci Mediterranei in programma dal 6 all'11 dicembre tra la Sala Consiliare del Comune e il...

Leggi di più

L’accabadora, film di Enrico Pau con Donatella Finocchiaro, Barry Ward, Sara Serraiocco, Carolina Crescentini, è stato selezionato alla XXII edizione del Medfilm Festival nel concorso ufficiale. Il film sarà proiettato...

Leggi di più

Tutti i vincitori dell'ottava edizione della kermesse che guarda il mondo dal sud Sardegna. di C.P. Si conclude l’ottava edizione del Carbonia Film Festival. Soddisfazione da parte degli organizzatori del concorso...

Leggi di più

Si terranno venerdì 23 e sabato 24 settembre, a San Sperate (CA) le anteprime del Cagliari Film Festival.Il 23, in piazza San Giovanni, è in programma la proiezione di Il...

Leggi di più

Percorso

Il Mese del Documentario a Nuoro

Dal 18 gennaio al 7 febbraio film che raccontano la condizione dell’essere umano in relazione all’identità del proprio paese. La manifestazione arriva in Sardegna grazie all’Istituto Regionale Etnografico. di Maria Elena Tiragallo

Il Mese del documentario, NuoroSi intitola “Continente Umano”, affronta la condizione dell’essere umano contemporaneo in relazione alla storia e all’identità del proprio Paese.  E’ la quinta edizione di “Il Mese del Documentario”, ideato e promosso dall’Istituto Regionale Etnografico di Nuoro  con Doc/It- Associazione Documentaristi Italiani in collaborazione con Casa del Cinema e Kinema, con la  SIAE Società Italiana degli Autori ed Editori.

Il rinomato festival, dedicato alla diffusione del Cinema del Reale, propone il meglio della produzione  documentaristica italiana e internazionale a Roma e in un network territoriale che coinvolge importanti città italiane: Milano, Bolgona, Firenze, Roma, Napoli, Palermo e Nuoro.

«Il Mese del Documentario - ha detto Davide Morabito, direttore organizzativo -  è un piccolo gioiello, esso è reso possibile grazie all’impegno di persone che credono nelle storie, nel potere che hanno di cambiare opinioni, di muovere idee e di ispirare sogni e soluzioni per le nostre vite. Quando poi queste storie arrivano dalla realtà, da quello che succede intorno a noi o nei più remoti angoli di questo pianeta, assumono una forza ancora maggiore. Le persone che stanno realizzando questo festival sono state toccate intimamente da queste storie. Ogni film è un viaggio che ci ha illuminato un orizzonte nuovo, e, facendoci uscire dalla nostra zona di comfort, ci ha reso più consapevoli e forti. Ed è per questo che lungo il nostro cammino abbiamo raccolto la partecipazione attiva di tante persone e realtà da tutta Italia, esercenti, operatori culturali, produttori e registi, che si sono messi in viaggio insieme a noi per offrire queste storie al pubblico». 


Il Mese del documentario, NuoroI film, proposti dalla manifestazione,  sono realizzati a partire da approcci soggettivi al racconto della realtà e rappresentano stili cinema raccontando anche lo sviluppo di una cinematografia contemporanea.  «Uno dei quattro film in programma- ha detto Pinangelo Marino, direttore artistico della manifestazione- Nowhere to Hide del regista iracheno Zaradasht Ahmed, racconta la storia di un infermiere che vive e lavora in una zona dell'Iraq considerata tra le più pericolose del mondo. Quest'uomo ha resistito per cinque anni all'avanzata dell'ISIS con tutto quello che aveva e poteva: l'umanità... Se apro lo sguardo e osservo quello che succede nel mondo, ho la sensazione che l'ultimo continente rimasto sia proprio “il continente umano”, e mi dico che forse vale la pena esplorarlo. In fondo tutti i film di questa quinta edizione fanno questo, esplorano il continente umano con grande forza cinematografica e originalità narrativa». A Nuoro, le proiezioni inizieranno dal 18 gennaio, a seguire tutti i mercoledì,  fino al 7 febbraio 2018,  all’auditorium “Giovanni Lilliu”, alle 18.30. (Biglietto, 3 euro).



''La convocazione''I  quattro film che concorrono al Premio del Pubblico sono:

LA CONVOCAZIONE di Enrico Maisto - (18 gennaio, Nuoro)
 (Italia, 2017, 56'). 
Produzione: Start S.r.l., Rai Cinema 
Distribuzione: Slingshot Films 
“Premio MyMovies – Il cinema dalla parte del pubblico” al 58° Festival dei Popoli 
In Concorso ufficiale a IDFA 2017 
Sessanta cittadini, estratti a sorte da un sistema informatico, prendono posto nell’aula in cui si celebrano i processi della II sezione della Corte d’Assise d’Appello. I fortuiti candidati passeranno un giorno intero fra le pareti rivestite d’onice, in attesa di sapere se, aldilà della propria volontà, saranno scelti dal Presidente della Corte per assurgere a un ruolo di cui molti non conoscevano nemmeno l’esistenza, il ruolo di giudice popolare. Il film racconta la cronaca di quella giornata particolare che porta cittadini comuni, uomini e donne che il caso pone sulle stesse panche, a contatto diretto per la prima volta con l’amministrazione della Giustizia.



''Pagine nascoste''PAGINE NASCOSTE di Sabrina Varani (24 gennaio, Nuoro)
(Italia, 2017, 67'). 
In occasione del Giorno della Memoria 
Produzione: AAMOD Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, B&B Film, Istituto Luce Cinecittà 
Distribuzione: Istituto Luce Cinecittà 
Presentato Fuori Concorso al Festival di Torino 2017 
Brani tratti dal romanzo “Sangue giusto” di Francesca Melandri, edito da Rizzoli Libri, letti dall'attrice Valentina Carnelutti. 
Con Francesca Melandri 
La scrittrice italiana Francesca Melandri affronta per la prima volta l’eredità del padre, convintamente fascista e razzista durante il ventennio. Un passato per lungo tempo censurato dalla memoria familiare che, attraverso ricerche in Italia e in Etiopia, la figlia indaga e rielabora per il suo nuovo romanzo, confrontandosi infine con le rimozioni della memoria di un paese e del suo violento passato coloniale. 
Il film si interroga, infine, su uno dei temi più attuali: il violento rifiorire di forze estremiste nel nostro Paese. 




''This is Congo''THIS IS CONGO di Daniel McCabe - (31 gennaio, Nuoro) 
(USA, 2017, 93', v.o. con sottotitoli in italiano). 
Tutte le proiezioni saranno in collaborazione con Parallelo 41 Produzioni 
Presentato Fuori Concorso alla Mostra del cinema di Venezia 2017 
Produzione: Vision Film Co., Turbo 
Il film offre uno sguardo inedito e senza filtri sul conflitto più sanguinoso del mondo dai tempi della Seconda guerra mondiale, un conflitto ininterrotto, il più lungo del mondo, e su coloro che sopravvivono all'interno. Seguendo quattro personaggi avvincenti – un informatore, un comandante militare patriottico, una commerciante di minerali e un sarto sfollato – per la prima volta il film offre agli spettatori una istantanea globale sui problemi che affliggono questo incantevole Paese secondo una prospettiva autenticamente congolese. Il colonnello "Kasongo", Mamadou, Mama Romance e Hakiza incarnano la resilienza straordinaria di un popolo che, nel corso di più generazioni, è vissuto ed è morto a causa dell’ondata di brutalità generata dalla guerra.



''Nowhere to hide''NOWHERE TO HIDE di Zaradasht Ahmed - (7 febbraio, Nuoro) 
(Iraq, Norvegia, Svezia, 2016, 78', v.o. con sottotitoli in italiano). 
Premio Miglior film a IDFA 2016, anteprima italiana al Festival Middle East Now 2017. 
Produzione: Ten Thousand Images 
Il film ha vinto più di trenta premi in tutto il mondo ed è considerato dalla stampa internazionale uno dei documentari più importanti del 2016. 
Il regista segue per cinque anni la vita e la resistenza dell'infermiere iracheno Nori Sharif, che vive e lavora in una delle zone più pericolose del mondo, il cosiddetto “Triangolo della Morte”. Nel 2011, con il ritiro delle truppe internazionali, le immagini ritraggono storie di sopravvissuti carichi di speranza per il futuro. Quando nel 2014 l'ISIS avanza e occupa la città di Jalawla, anche Nori è costretto a scappare con la famiglia, e da quel momento decide di filmare se stesso in un lungo viaggio nel suo Paese.




17 gennaio 2018

Powered by CoalaWeb

Accesso utenti e associazioni