Stampa

Memorie d'Oltrecinema. "La fuga" di Delmer Daves (1947) "Una donna nel lago" di Robert Montgomery (1947)

Gianni Olla ci apre la sua cineteca per riscoprire grandi film che riemergono dal passato

''La fuga'' - ''La donna nel lago''Nel 1947 furono prodotti a Hollywood due film gialli o  – per usare un termine che ha cancellato il colore delle copertine dei romanzi Mondadori – noir.
Il primo, prodotto dalla MGM, era tratto da un romanzo non troppo famoso e neanche classificabile tra i migliori testi di Raymond Chandler, La signora nel lago; fu portato sullo schermo dall’attore e regista Robert Montgomery con il titolo Una donna nel lago. Qualche mese più tardi, la Warner presentò un’altra pellicola, La fuga, certamente più famosa – anche per la coppia d’interpreti, Humphrey Bogart e Lauren Bacall – basata anch’essa su un romanzo noir: Dark passage di David Goodis.

Write comment (1 Comment)

Memorie d’oltrecinema. ‘’Falstaff’’’ e ‘’Storia immortale’’ di Orson Welles

Gianni Olla ci apre la sua cineteca per riscoprire grandi film che riemergono dal passato

Orson WellesPer ricordare il centenario della nascita di Orson Welles (6 maggio 1915) e anticipare la commemorazione della morte (10 ottobre 1985), si può scegliere, a ragion veduta, di abbandonare la lunghissima bibliografia dedicata ai film maggiori (giusto per esemplificare, è stato pubblicato, proprio in queste settimane, l’ennesimo volume dedicato a Quarto Potere, curato da Nuccio Lodato e Francesca Brignoli per Lindau) per concentrarsi sulle opere meno viste.

Write comment (0 Comments)

''Louisiana'' di Roberto Minervini

Il consiglio di Elisabetta Randaccio

''Louisiana''Al Festival di Cannes non c'erano solo i film di Sorrentino, Moretti, Garrone, ma a chiudere il cerchio del meglio del cinema italiano, programmato a Un certain regard, veniva proiettato con successo di critica Louisiana di Roberto Minervini, dimostrandone il sicuro talento.

Write comment (0 Comments)