Percorso

Who is who

Sardu Salvatore

Per l’Ufficio Stampa del Comune di Cagliari è “ Il più grande documentarista sardo, per numero di lavori, riconoscimenti e fama”, mentre in “Natura DOC”, un libro di Piero Angela e Danilo Mainardi, è considerato “uno dei più importanti documentaristi ambientali italiani”.

La sua passione per il cinema nasce con Fabio Masala, con cui farà diversi stages, visionando decine di film d’arte.

Nel ’67 filma le prime manifestazioni studentesche, producendo poi pellicole al servizio dei più deboli e per un cambiamento della società, tra cui i primi film anti – inquinamento

Negli anni ’80 sviluppa il filone minerario che, con grandi vittorie ininterrotte a livello nazionale e internazionale, lo renderanno uno dei più apprezzati filmakers italiani.

Nel 1984 fonda la Sarfilm che gli consentirà di produrre filmati  ancora più belli, tecnicamente e artisticamente. Per alcuni anni lavora per la Rai, che gli trasmetterà anche tutti i film minerari e “Sardegna Base Nato”, del 1980.

Dopo 40 anni di impegno ininterrotto a favore della sua terra, oggi può vantare una produzione di oltre 100 opere, un’ottantina delle quali elencate nell’ultimo catalogo e visibili sul sito www.sarfilm.it

Oltre che produttore e autore di tutti suoi film, Salvatore Sardu, attraverso la Sarfilm, è il più importante distributore di film  sulla Sardegna, presenti ormai in quasi tutte le scuole e la biblioteche dell’isola, oltre che nelle case di tanti sardi.
Write comment (0 Comments)

Tetti Gianni

Gianni TettiNato a Sassari l’11 aprile 1980. Dopo essersi laureato in Lingue e Letterature Straniere nel 2005 con una tesi sulle sceneggiature di Guillermo Arriaga, ha studiato sceneggiatura e regia frequentando vari corsi e un Master in scritture per cinema e tv e ottenendo la possibilità di svolgere stage come sceneggiatore presso alcune delle più importanti fiction televisive Rai. Come scrittore ha pubblicato poesie e racconti per varie case editrici nazionali Dal 2007 scrive per la tv, lavora in produzioni cinematografiche principalmente come sceneggiatore e realizza spot e cortometraggi in qualità di regista. Dal gennaio 2008 è stato ammesso a frequentare il dottorato in Storia del Cinema presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Sassari con la quale ha già realizzato un documentario. Dal settembre 2008 Gianni Tetti fa parte dell’U.C.I. (Unione Cineasti Indipendenti).

Istruzione e formazione


Dottorando in Storia delle Arti indirizzo Cinema presso il dipartimento di Scienze dei Sistemi Culturali, Teorie  e Tecniche dell’Informazione, Facoltà di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Sassari. Titolo di tesi: Franco Solinas: l’officina dello sceneggiatore
Da Gennaio 2008, Sassari

Master di perfezionamento in Scrittura creativa e Sceneggiatura.
Presso la facoltà di Scienze della Comunicazione, Università di Teramo.
Marzo - settembre 2006, Teramo

Qualifica di dottore magistrale: Laurea in Lingue e Letterature Straniere, vecchio ordinamento, indirizzo storico - letterario - culturale  con votazione 110/110.
Titolo della tesi discussa “La sceneggiatura: tra parola e immagine. Amores Perros di Guillermo Arriaga”
30/06/2005, Sassari

Diploma di maturità classica conseguito presso il “Liceo classico Domenico Alberto Azuni” Sassari 1999. Voto: 86/100

Corsi e seminari frequentati

“Corso Intensivo in Cinematografia in Alta Definizione” presso New York Film Academy.
Giugno-Luglio 2007, Sassari

“Seminario: l'arte del Narrare” con lo sceneggiatore Guillermo Arriaga presso Scuola Holden.
Ottobre 2006, Torino

“I° Seminario di Sceneggiatura cinematografica” col patrocinio della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere di Sassari.
20 febbraio - 3 marzo 2006 Sassari

CIRCUS scuola elementare di cinema, organizzato da Scuola Holden e Fandango.
Novembre 2005- febbraio 2006, Cagliari

Stage

Stage presso la casa di produzione Grundy nel reparto scrittura della soap-opera “Un posto al sole”, Rai 3.
Settembre-Ottobre 2007, Napoli

Stage presso la casa di produzione Grundy nel reparto scrittura della serie tv poliziesca “La Squadra8”, Rai 3.
Novembre-Dicembre 2006, Roma


Esperienze professionali  e collaborazioni in ambito cinematografico e televisivo

Story-liner, sviluppo soggetti  per la fiction “Un posto al Sole d’estate 4”.
Prodotto da Grundy Italia per Rai Tre.
Da Novembre 2008, Napoli – Sassari

Autore dei testi per il cortometraggio “E poi mi sveglio”. Regia di Stefano Deffenu. Durata14’. Settembre 2008, Sassari.
Premio Miglior Corto al concorso Visioni sulla Costa 2008. In giuria Gianfranco Cabiddu e Enrico Pitzianti.

Sceneggiatore del lungometraggio "Lontano dal mare" regia di Bonifacio. Durata 1h 40’. Film in fase di Post-produzione.
Da Settembre 2008, Sassari, Barcellona

Regia e montaggio del documentario “Zebra Crossing, Ritratti d’artista.” Durate 45’.
Prodotto da Facoltà di Lettere e Filosofia, Accademia di Belle Arti e Comune di Sassari.
Da Gennaio a Dicembre 2008

Sceneggiatore e aiuto regista del cortometraggio “Rebel Creation” Durata 3’.
Commissionato dal canale televisivo Qoob per Alfa Romeo.
Maggio 2008, Sassari

Regista e sceneggiatore dello spot “Insieme” Durata 3’30”.
Commissionato dalla Facoltà di Lettere e Filosofia di Sassari.
Gennaio 2008, Sassari

Story-liner, sviluppo soggetti  per la fiction “Un posto al Sole d’estate 3”.
Prodotto da Grundy Italia per Rai Tre.
Da Dicembre 2007 a Marzo 2008, Napoli - Sassari

Regista e sceneggiatore del cortometraggio “La medicina” Durata 9’30”.
Presentato da New York Film Academy.
Luglio 2007, Sassari
1° premio “Primavera in Arte 2008” sez. Cortometraggi
Selezionato in Concorso al Festival internazionale Officinema 2009 sezione “Visioni Italiane”

Regista e sceneggiatore del cortometraggio “Carmen” Durata 3’30”.
Presentato da New York Film Academy.  
Luglio 2007, Sassari

Regista e sceneggiatore del video musicale “Far Lost Quiet” Durata 4’30”
Musica dei Verlorene Stille.
Luglio 2007, Sassari

Regista e sceneggiatore del cortometraggio “Tartarughe” Durata 1’30”
Luglio 2007, Sassari-Alghero

Aiuto-regista nel mediometraggio “6” regia di Antonio Luchi e Fabiano Zaino. Durata 45’ Autoprodotto.
Agosto 2006, Sassari

Regista e sceneggiatore  del cortometraggio “La mala digestione”. Durata 1’30”.
Finanziato dalla Facoltà di Scienze dalla Comunicazione Teramo, con la collaborazione della società di produzione multimediale MediaWorkers.
Giugno 2006, Teramo

Pubblicazioni di narrativa

Racconto “Cigni Selvatici” nell’antologia “E morirono tutti felici e contenti”
Neo Edizioni, Castel di Sangro (AQ)
Novembre 2008

Lirica “Prima di crollare” nell’antologia “La notte”
Collana LAB, Giulio Perrone Editore, Roma
Ottobre 2008

Racconto “Domani” nell’antologia “Gialloscacchi. Racconti di sangue e di mistero”
Edizioni Ediscere, Verona
Giugno 2008

Racconto “Il dente” nell’antologia “Tutto il nero dell’Italia”
Collana “Le Api”; Noubs Editore, Chieti
Luglio 2007

Silloge “Ingresso”
Collana “Poeti sardi tra II e III millennio”, P.T.M. Editrice, Oristano
Luglio 2005

Write comment (0 Comments)

Zappareddu Pierfranco

Pierfranco ZapparedduPierfranco Zappareddu, direttore artistico di Domus de Janas Teatro, aveva firmato 14 regie teatrali dirigendo in Sardegna il Teatro Studio, I Compagni di Scena e il Teatro Laboratorio Alkestis per trasferirsi, nei primi anni ’70, in una delle maggiori scuole di teatro del mondo, quella dell’ODIN TEATRET di Eugenio Barba in Danimarca. 

Dopo un lungo giro attraverso l’Europa raggiunge la Spagna stabilendosi a Barcellona per quattro anni. Nella città catalana scrive e dirige gli spettacoli: Concierto, Il mago è un uomo normalissimo, Janet la storta, Ritratto notturno di un attore, El entierro de la sardina, rappresentati in 11 Paesi europei. 

A partire dal 1981, cioè da quando si stabilì in Sardegna, Domus de Janas Teatro, scegliendo innanzitutto la qualità, ha promosso la tourneè nell’isola di oltre 90 Compagnie teatrali con centinaia di rappresentazioni distribuite in 18 centri, alcuni dei quali mai raggiunti prima dalla programmazione teatrale. 
L’insieme di queste iniziative ha delineato un progetto di reale promozione culturale nel territorio della regione e la cultura teatrale, elevando la qualità del teatro in Sardegna. 
Intorno all’esperienza di lavoro di Domus de Janas Teatro si sono formati in Sardegna numerosi gruppi; molte iniziative occasionali e spontanee hanno assunto in seguito carattere professionale dando vita ad un ricco programma capace di quadriplicare le occasioni teatrali: a beneficiarne è stato il pubblico sardo oggi certamente più esigente e preparato. 

I risultati sono nelle cifre. L’operazione di allargamento e rinnovamento del pubblico hanno dato esiti positivi: 5.000 spettatori per “La classe morta” di Kantor, 6.500 per “Cafè Muller” di Pina Bausch, 10.000 per la “Carmen” di Gades, quasi 8.000 spettatori per gli spettacoli di Lindsay Kemp e più di 10.000 per “La tragedia di Carmen” di Peter Brook.. 

Spettacoli che hanno stupito una città addormentata che ad un tratto è entrata nel circuito internazionale. “Cagliari è diventata a tutti gli effetti una capitale del teatro” così la critica. 

Nel 1987 nasce a Barcellona l’Istituto sardo-catalano, propone e realizza in Sardegna e in Catalunya programmi di interscambio teatrale-musicale e di produzione di spettacoli, sotto la direzione artistica di Domus de janas teatro. 

Negli anni novanta organizza “A Caval del vent” in collaborazione con la Generalitat de Catalunya – Departament de Cultura - e la Regione Sardegna portando più di 20 compagnie Catalane tra cui Lanonima Imperial, Carlos Santos, Danat, Semola, Konic, Transit, Malpelo, Zotal, Pep Bou ecc. 

Nel 1993/94 organizza a Quartu S:Elena una grande manifestazione d’avanguardia “Lollas e Cresias”, “Città senza teatro” e “Incontri Teatrali” grande kermesse teatrale durata due anni con grande successo. 

Write comment (0 Comments)
Powered by CoalaWeb

Accesso utenti e associazioni