Percorso

"Panas", quando la leggenda diventa un film

Dopo un anno di lavorazione ultime scene di registrazione per l'originale esperimento di autofinanziamento cinematografico girato da Tiziano Pillittu in quel di Pimentel. di Alessandra Menesini 

panasInteramente autofinanziato, realizzato con la collaborazione di tutto il paese di Pimentel, interpretato da attori non professionisti. “Panas”, secondo film di Tiziano Pillitu-carabiniere in pensione e appassionato cinefilo - è innanzitutto il risultato di uno sforzo collettivo, il frutto di un coinvolgimento che ha portato sul set persone che nella vita quotidiana attendono ad altri mestieri e ad altre occupazioni...
Write comment (129 Comments)

"Sonetaula" non incanta Berlino

Salvatore Mereu settimana scorsa ha partecipato alla 58ma edizione della Berlinale, sezione Panorama, col suo ultimo lavoro "Sonetaula": Elisabetta Pilia (che si definisce semplice spettatrice sarda che non possiede conoscenze cinematografiche accademiche) era lì e dopo aver notato qualche defezione ci ha mandato questo suo resoconto che gentilmente pubblichiamo.

Berlinale, Berlino Berlino, 12 febbraio 2008
Prima Internazionale nella sala Zoo Palast alle ore 21.30
“Il suono del tavolone” …che cosa potrebbe ispirare il suono che fuoriesce da tale legno? Forse un suono stonato come quello del percorso di vita dell’interprete principale del film, Zuanne Malune detto Sonetaula...
Write comment (57 Comments)

Il cinema è morto?

Il  Principe/regista Francesco Alliata e il critico Goffredo Fofi, dalle pagine di Cinemecum, hanno lanciato la stessa provocazione: " Il cinema italiano è morto".
Leggi i commenti dei registi  A. De Lillo, E. Winspeare e G. Ferrara e del critico Antioco Floris e partecipa al dibattito!


Antonietta De Lillo
, regista

cinemecum.De LilloIl cinema italiano non è morto. Il problema , prima, era la distribuzione oggi è la globalizzazione. Un fenomeno, a mioparere, che sta rovinando il mondo in tutti i campi.  Il nostro cinema è' vittima della globalizzazione. I film delle grandi distribuzioni vengono stampati in un mumero di copie tali da invadere le sale , senza lasciare spazio ai nostri film. Questi talvolta sono bellissimi, ma in pochi hanno la  possibilità di vederli.

Write comment (3 Comments)
Powered by CoalaWeb

Accesso utenti e associazioni