Cinemecum - numero 6 - ottobre 2017

Percorso

Location: Sardegna. Autore: sardo

C’è il concorso cinematografico a Bologna nell’ambito di Visioni Italiane, nelle categorie anche l’ambiente e l’acqua. I dettagli. di Maria Elena Tiragallo

Sardegna, locationC’è tempo sino al 15 novembre per partecipare alla 24esima edizione del Concorso nazionale Visioni Italiane,  organizzato dalla Cineteca di Bologna, dal 28 febbraio al 4 marzo 2018.
Cinque le categorie previste, tra cui una dedicata alla Sardegna dal titolo Visioni Sarde, riservate a corti, mediometraggi, documentari.

Write comment (0 Comments)

Memorie di oltrecinema

Lacrimosa: da Sirk a Haynes, passando per Matarazzo, Visconti, Almodovar, Fassbinder e altri numerosi rappresentati del melodramma filmico. Come non vergognarsi di provare emozioni di fronte allo schermo. La cineteca di Gianni Olla

''Lo specchio della vita''Carol (2015), Lontano dal paradiso (2002) di Todd Haynes - La macchia umana (2003) di Robert Benton - Secondo amore (1955), Lo specchio della vita (1959) di Douglas Sirk

“Ho visto Lo specchio della vita (Imitation of Life) di Sirk nel 1959 […]. Avevo sedici anni. Alla fine, quando siamo usciti, molti di noi piangevano. La moglie del proprietario (del locale cinematografico – ndr) stava in piedi, all’ingresso con una scatola di Kleenex. Quasi tutti ne prendevano per asciugarsi gli occhi.”

Write comment (0 Comments)

Il sogno di Desirée: destinazione cinema. I trucchi delle star(s)

Professione MUA - Make Up Artist: dai film di Enrico Pitzianti, Salvatore Mereu e Paolo Zucca, al set di “Domino” di Brian De Palma. di Anna Brotzu

Desiree Palma

Una vocazione che viene da lontano «ho sempre amato il disegno fin da piccolina, disegnavo volti di donne sui muri» racconta Desirée Palma – maestra del trucco e hair stylist innamorata del cinema e di una professione affascinante e impegnativa che produce vere e proprie metamorfosi – nella realtà come sul grande schermo - oppure crea quell'illusione di autenticità e semplicità propria della vera arte. 

Write comment (0 Comments)

L' uomo che comprò la luna.

Jacopo Culllin

Viaggio nel set del prossimo film di Paolo Zucca. di Marcello Atzeni

A volte sei a un passo, ma non sei lì.
Capita. Come è capitato un paio di giorni fa.
Biblioteca della Facoltà di Ingegneria, o meglio il sotterraneo della biblioteca.
Paolo Zucca, regista oristanese che abita a Milis (che solo a sentire il nome senti il profumo delle arance), gira il suo nuovo film: “L’uomo che comprò la luna”.
Troppo piccolo il set, piacevole immaginarlo come un guscio di noce, perché possa accogliere tutti.

Write comment (0 Comments)

La psicologia incontra il cinema

Gli appuntamenti di Eugenio Mangia, psicologo e psicoterapeuta, alle Settimane del Benessere Psicologico in Sardegna. di E. A.

Eugenio MangiaEugenio Mangia è nato a Palermo e si è trasferito a Cagliari nel 2004. Laureato in Psicologia a Roma ha successivamente conseguito il titolo di dottore di ricerca. È psicologo e psicoterapeuta e ha collaborato per diversi anni in qualità di professore a contratto con l’Università degli Studi di Cagliari e con l’Università LUMSA. Attualmente è docente di "Teoria e tecniche della dinamica di gruppo" presso la scuola di specializzazione SPC di Cagliari ed esercita la sua attività di psicoterapeuta presso il centro Lucio Bini di Cagliari. È autore di un volume sull’adolescenza e di numerosi articoli.

Write comment (0 Comments)

Michele Rosiello: l’ingegnere che fa l’attore

Michele Rosiello

E’ il questore di Carloforte nella fiction “L’Isola di Pietro”  con Gianni Morandi. In passato ha recitato con Ettore Scola e in “Gomorra”.  L’intervista. di Maria Elena Tiragallo

E’ il questore di Carloforte, si chiama Alessandro Farres, vive in barca, ed è impegnato nelle indagini per capire il giro di droga e prostituzione che c’è tra gli adolescenti di Carloforte, vicende che ruotano attorno all’incendio della vecchia tonnara. Storia che vediamo ogni domenica sera a Canale 5 durante la fiction “L’Isola di Pietro” con Gianni Morandi nei panni di un pediatra vedovo, che indaga anche lui nelle vicende dei giovani carlofortini. Nella realtà il questore è  napoletano, si chiama Michele Rosiello, ingegnere che da tempo fa l’attore. 

Write comment (0 Comments)

Creuza de Mà tra Carloforte e Cagliari

Undicesima edizione del Festival dedicato alla musica per film. Tanti appuntamenti nel cartellone con una prima nazionale dedicata ad Armando Trovajoli e uno speciale su Napoli e i suoi colori. di Maria Elena Tiragallo

Festival Creuza de mà (ph. Eugenio Schirru)Dedicato a Fabrizio De Andrè ritorna a Carloforte il festival che prende il nome da una sua  canzone, “Creuza de Mà”. Undicesima edizione ideata dal regista Gianfranco Cabiddu, la kermesse che fa parte del più ampio circuito “Isole del Cinema”, di scena a Carloforte, dal 27 al 29 ottobre, e a Cagliari dal 2 al 5 novembre. Nato a Carloforte nel 2007, il Festival  vuole essere un focus sul rapporto tra la musica e il film, tra i suoni e le immagini.

Write comment (0 Comments)

Panas la leggenda: un fantastico salto all'indietro

''Panas la leggenda''

Il film di Trudu all'Uci. di Marcello Atzeni

Panas la leggenda”, il nuovo film di Francesco Trudu, regista di Assemini, verrà presentato all’Uci cinema di Cagliari dal 23 al 25 ottobre. E’ la terza opera del cineasta campidanese. Il debutto fu con “The hostage”, cui seguì qualche anno più tardi, “ Il peccatore”, tratto da un racconto lungo di Grazia Deledda.

Write comment (0 Comments)

Carbonia tra lavoro e migrazione grazie al cinema

Dal 12 al 15 ottobre il festival “How to film the world” per  approfondire due temi delicati nel territorio sulcitano. Proiezioni, incontri, masterclass per toccare da vicino il mondo della settima arte. di Maria Elena Tiragallo

Carbonia Film FestivalCarbonia diventa centro per affrontare temi del lavoro e della migrazione. Lo fa attraverso l’audiovisivo in occasione del “Carbonia  Film Fest” dal 12 al 15 ottobre. Singolare il titolo “How to film the world”, in altre parole come filmare il mondo,  per questa edizione del Festival, inizialmente nata come “Mediterraneo Film Festival”, evolutosi lo scorso anno in “Carbonia Film Festival”, con cadenza biennale, organizzato dalla Società Umanitaria Cineteca Sarda di Carbonia.

Write comment (0 Comments)

''Surbiles'', le streghe vampiro di Columbu

''Surbiles''

Il regista nel nuovo film indaga le paure arcaiche della tradizione sarda - VIDEO. di Carlo Poddighe

In un sonno vigile si trasfigurano, escono dal proprio corpo e vanno in cerca dei bambini non battezzati per succhiare loro il sangue e ucciderli ancora in culla. Sono le innominabili surbiles, “sa genti mala” a cui la tradizione sarda attribuiva le morti bianche dei neonati.

Write comment (0 Comments)
Powered by CoalaWeb

Accesso utenti e associazioni