Percorso

"L'uomo del mercato" nel V-art delle donne

Il film di Paola Cireddu presente nel festival  dei cortometraggi. di Elisabetta Randaccio

V-art 25Impossibilitati dal perdurare della pandemia, i festival culturali e cinematografici continuano a vivere in streaming. Capita, così, anche alla seconda parte del "V-art" numero 25 (la prima sezione era stata realizzata sempre online a novembre 2020), la storica manifestazione sui cortometraggi, ideata dal regista Giovanni Coda, sostenuta da Regione Sardegna, dalla Fondazione Film Commission, dalla Fondazione di Sardegna e organizzata dall'Associazione Culturale "Labor".

Write comment (0 Comments)

John Le Carré, la spia che divenne scrittore

John Le Carré

Ispirò un filone cinematografico di successo che si contrappose  al mito di 007, ovvero alla demitizzazione farsesca della guerra fredda. Memorie d'oltrecinema. La cineteca di Gianni Olla

Dopo aver commemorato Sean Connery, il grande attore che dimostrò di non essere solo un  affascinante e divertente maschera, l’agente 007 inventato da Ian Fleming – peraltro un vera spia che depistò i tedeschi nel “grande gioco” dell’arrivo delle truppe anglo-americane nel Mediterraneo –  è quasi obbligatorio contrapporre a questa mitologia un’altra spia che divenne scrittore: John Le Carrè.

Write comment (0 Comments)

Mi chiamo Connery, Sean Connery e sono stato un attore famoso ma non prendetemi troppo sul serio.

Sean Connery

 

Memorie d'oltrecinema. La cineteca di Gianni Olla

Nel 1962, quando entrò in programmazione Licenza di uccidere (ovvero Il dottor No, questo il titolo originale) avevo appena 11 anni e, come è noto, a quel tempo c’era ancora il divieto ai minori di 16 anni  per diverse categorie di film. Proprio lo stesso anno il divieto ai minori fu diviso in due categorie: i quattordicenni e i diciottenni.

Write comment (0 Comments)

La Morte e la Rom

The Secret: le verità nascoste, un thriller su un genocidio dimenticato. di Alessandro Matta

''The secret''La scena è quella della America anni ’60: ricchezza, felicità, macchine colorate, vestiti eleganti e le tipiche famiglie statunitensi coi loro bambini in un bellissimo parco, in una assolata mattinata fatta di corse su un prato e enormi bolle di sapone.

Write comment (0 Comments)

"Quarto potere"

Che cosa racconta il film, oltre che mostrare la straordinaria perizia tecnico-formale del giovanissimo Orson Welles? Memorie d'oltrecinema. La cineteca di Gianni Olla

''Quarto potere''Immaginiamo di essere appena usciti da un locale cinematografico dove è stato proiettato Quarto Potere di Orson Welles. Potremmo essere entusiasti o abbattuti, perplessi e direttamente fantozziani (è una c. pazzesca!!!) o anche indifferenti e persino sinceri nell’affermare di non averci capito assolutamente nulla.
Ovviamente, ciò che proponiamo è un viaggio nel tempo: il 1941, anno in cui il film fu presentato per la prima volta negli Stati Uniti, l’Italia era in guerra ma già da alcuni anni non s’importavano pellicole dagli Stati Uniti.

Write comment (0 Comments)

La Sardegna mercificata dell'agriturismo Assandira

Esce in tutte le sale il film di Savatore Mereu. di Elisabetta Randaccio

''Assandira'' Salvatore MereuPresentato con ottimi riscontri di pubblico e di critica (ha anche ottenuto una menzione speciale al premio collaterale della FEDIC) alla 77^ Mostra d'arte internazionale del cinema di Venezia, è uscito nelle sale di tutta Italia, "Assandira" di Salvatore Mereu, uno dei film più attesi, in Sardegna, della nuova stagione cinematografica. Il lungometraggio è stato presentato a Cagliari, a Sa Manifattura, all'interno della rassegna "Nottetempo".

Write comment (0 Comments)

Il cinema poetico di Tonino Guerra

Prende il via la rassegna per il centenario del grande sceneggiatore. di Elisabetta Randaccio

Tonino GuerraNon solo di Federico Fellini e di Alberto Sordi, quest'anno, cade il centenario della nascita, ma anche del grande sceneggiatore, nonché poeta e pittore, Tonino Guerra. Quest'ultimo era nato, infatti, nel marzo del 1920, a Sant'Arcangelo di Romagna, dove morì nel 2012.

Write comment (0 Comments)

Clint Eastwood, ultimo personaggio della grande Hollywood postbellica

Attore e regista non imitabile. Settant’anni di cinema tra classicità e popolarità di “genere”, tra interpretazioni archetipiche e grande autorialità. Memorie d'oltrecinema. La cineteca di Gianni Olla

Clint EastwoodAuguri, in ritardo, a Clint Eastwood per i suoi novant’anni (31 maggio) ma soprattutto per la longevità non puramente biologica: il suo ultimo film come regista, Richard Jewell, è stato girato nel 2019 e in Italia è apparso all’inizio di quest’anno. L’anno prima, Eastwood è il protagonista di un altro suo film, The Mule, piuttosto bello e emblematico della sua figura e del suo spirito anarchico e contestativo, in tutti i sensi che travalicano il “comune sentire” della terminologia politica europea.

Write comment (0 Comments)
Powered by CoalaWeb

Accesso utenti e associazioni